Dojo Arashi Judo Lecce - Judo Salento - Palestra di Judo a Lecce - Arti marziali Lecce

Dojo Arashi San Cesario - Judo Lecce

Il Judo è come la vita: se cadi sette volte, devi rialzarti otto.
Jikoro Kano
Il Judo è un arte giapponese formalmente nata in Giappone con la fondazione del Kōdōkan da parte del Prof. Jigorō Kanō, nel 1882.

"Abbiamo l'oro...la rabbia

L'Oro di Scampia“Abbiamo l’oro…la rabbia.” Ha parlato un linguaggio semplice ed efficace “L’Oro di Scampia”, il film per la TV che ieri in prima serata ha emozionato ed unito il judo italiano: è una storia che per lo più conosciamo ma che ci ha resi tutti orgogliosi di essere judoka.

Beppe Fiorello, ispirandosi e romanzando il racconto autobiografico del maestro Gianni Maddaloni “La mia vita sportiva ”, non solo è riuscito a portare il judo in televisione in prima serata, ma ne ha sintetizzato l’essenza proprio così come Jigoro Kano l’aveva in tesa: “Il Judo nonè soltanto uno sport.” Scriveva Kano “Lo considero un principio di vita, un’arte e una scienza [...] Dovrebbe essere libero da qualsiasi influenza esteriore, politica, nazionalista, razziale, economica, od organizzata per altri interessi. Tutto ciò che lo riguarda non dovrebbe tendere che a un solo scopo: il bene dell’umanità.”

L’esperienza e la storia della famiglia Maddaloni incarna alla lettera le parole dell’ideatore del judo, proponendo lo sport come alternativa, come possibilità: una lotta che dal tatami sconfina nella vita di ogni giorno. E’ così che al grido “Noi siamo di più”, il judo diventa anche uno strumento di riscatto e protesta verso il sistema oppressivo della Camorra, verso un contesto che sembra non permettere di sognare: “L’oro di Scampia” è l’esortazione a credere in un futuro degno di essere vissuto anche quando pare non esserci speranza.

A partire da Christian Parlati, che interpretando egregiamente e con piglio canzonatorio una sorta di se stesso ha avuto la parte più sostanziosa tra i veri judoka sul set, sono stati numerosi gli atleti di Scampia e della Campania arruolati a portare il judo reale sui teleschermi di tutt’Italia: insieme a Francesca Liardo, Manuel Parlati, Mario Petrosino, Gennaro Cangiano, Alfredo Raia, Annarita Campese, Biagio D’angelo, Ylenia Aiello anche Marco Maddaloni chiamato ad interpretare Tiago Camilo in una sorta di contrappasso famigliare ed il campione mondiale Antonio Esposito.

“Abbiamo l’oro…la rabbia”: è chiaro il messaggio lanciato questa sera all’Italia ed alle istituzioni troppo spesso assenti. Perché come dicono a Scampia “vincere non significa solo salire sul podio: vincere significa battere se stessi nella vita rimanendo a testa alta davanti a tutto….rialzarsi e continuare a……vincere.”

Fonte Italia Judo

Condividi
 

Entra nel sito

Registrati per scaricare le foto il HD dall'area riservata



Il Fondatore

Jigoro Kano nacque il 18 ottobre 1860 a Mikage, una cittadina del distretto di Hyogo. Egli era il terzo figlio di Jirosaku Mareshiba Kano, intendente navale dello Shogun Tokugawa. In realtà, continua

Bam. / Fan. / Rag. / Ag.

Martedì: 18.00 - 19.00
Giovedì: 8.00 - 19.00


Es. “A” / Es. “B”

Martedì: 8.00 - 19.00
Giovedì: 8.00 - 19.00


Cad. / Jun. / Sen. / Master

Martedì: 19.30 - 21.00
Giovedì: 19.30 - 21.00
Sabato: 17.00 - 18.30

Sponsor Partner

Crio Service partner Dojo Arashi Judo Lecce

Tonio Sport partner Dojo Arashi Judo Lecce

Riparazione e assistenza iPhone nella città di LECCE clinicaiphone

Cerca nel sito

Contatti

Dojo Arashi
Via Carlo Barbieri, 19
San Cesario di Lecce
Lecce
Tel. +39 0832 202757 http://www.dojoarashi.it

Utilizziamo cookie analytics di terze parti per migliorare l'esperienza d'uso del sito. Proseguendo con la navigazione si acconsente all'uso dei cookie; per negare il consenso, si rinvia all'informativa estesa. Per saperne di più.

Accetto i cookie da questo sito.